Pastificio

Il Pastificio Gentile, fondato nel 1876, è uno degli storici opifici artigianali che hanno reso la città di Gragnano famosa in tutto il mondo per la sua pasta. Gentile conserva ancora oggi, nell’era delle avanzate tecnologie, i metodi di produzione artigianale, l’attenzione ad ogni singolo dettaglio, dalla selezione delle materie prime e al controllo delle fasi legate alla produzione.

Etichetta antica gentile

 

Il contesto in cui nasce il pastificio è quello di una piccola città vocata alla produzione della pasta fin dal XVI secolo, epoca in cui ogni famiglia era in qualche modo coinvolta in questa attività. Passeggiando oggi per le vie della città si può ancora osservare come gli architetti, che nel XIX secolo progettarono quartieri e palazzi, abbiano concepito il tutto per favorire le fasi di produzione, in particolare dell’essiccazione che veniva fatta per strada alla luce del sole campano, godendo della brezza che giungeva dal golfo di Napoli.

Oggi il Pastificio Gentile offre prodotti di altissima qualità rispettando appieno i dettami che nel passato hanno reso la pasta di Gragnano tanto celebre: utilizzo di semole pregiate ed essiccazione a bassa temperatura. Ad esse aggiunge elementi che lo rendono unico, grano rigorosamente italiano tra cui e l’essiccazione naturale mediante il “Metodo Cirillo”.

Un ingegnere di Torre Annunziata di nome Cirillo nel 1919 percepì la sopraggiunta impossibilità di continuare ad essiccare la pasta in strada, così decise di creare un metodo artificiale che riproponesse all’interno dei pastifici lo stesso fenomeno dell’essiccazione naturale. Da quel momento nacque il “Metodo Cirillo”, un processo innovativo che, combinando calorifero e ventilatore, riduceva i tempi di essiccazione e svincolava la produzione dalle variabili metereologiche. Anche i tempi di produzione ne giovarono, si passò dai dieci giorni dell’essiccazione per strada ai tre/quattro giorni nelle celle all’interno delle fabbriche.

lavorazioneTutti i formati prodotti sono trafilati al bronzo, tra questi si possono ritrovare i grandi classici della tradizione, come paccheri o fusilli e nuovi originali formati. E’ stata proprio la voglia di sperimentare che ha permesso nascesse uno dei formati oggi più famosi dell’azienda: lo SpaghettOne, uno spaghetto dal diametro di 2,7mm.

Fiore all’occhiello della produzione, da sempre, è il Fusillo, lavorato completamente a mano. Da una semplice tagliatella le “fusillare”, con un ferro da calza, arrotolano sotto all’avambraccio tagliatella dopo tagliatella, dandogli una forma elicoidale, impreziosita dalla diversità di ogni singolo fusillo.